Business Model Canvas: un esempio pratico.

Un’esempio pratico di uso del Business Model Canvas. Il modello economico di un Microbirrificio.

Il Birrificio Lambrate è stato inaugurato nel 1996. Il bar si trova in una piccola via in zona Lambrate: via Adelchi. Di giorno c’è molto passaggio perchè si trova vicino all’ufficio postale, ma di sera è poco visibile e passano poche persone.

Ecco il Business Model Canvas fatto con Prezi.  Puoi navigare cliccando sulla freccia: seguirai il percorso che ho preparato. Altrimenti puoi trascinare il Canvas con il mouse e ingrandire l’immagine usando la rotellina del mouse.

Il fattore competitivo principale è la grande qualità della loro birra cruda artigianale. Dietro al locale aperto al pubblico c’è il laboratorio. Qui viene prodotta la birra. L’impianto e gli ingredienti vengono dalla Germania, mentre le ricette delle birre sono state create dal Birrificio.

Il Business Model Canvas è stato fatto seguendo questo processo:

  1. Clienti. I clienti sono segmentati in due gruppi. I gruppi sono diversi perchè pagano in modo diverso e perchè il Valore Offerto è distribuito con Canali diversi. I due gruppi sono: gli avventori del bar, gli esercizi commerciali che vendono la birra del microbirrificio.
  2. Valore Offerto.  Il valore offerto principale è costituito dalla birra artigianale. I gruppi di clienti godono anche di ulteriore valore specifico per il segmento.
  3. Canali. Un canale retail e un canale B2B
  4. Relazione. Relazioni con i clienti dedicate al segmento.
  5. Ricavi. I ricavi hanno una differente redditività, modalità di pagamento e volume.
  6. Risorse. Alcune risorse sono comuni a entrambi i segmenti.
  7. Attività. La partecipazione alle fiere è rivolta al segmento B2B
  8. Partners.  I fornitori di impianti e di materia prima sono esperti che possono dare buoni consigli per fare una buona birra.
  9. Costi.  Elenco dei costi più importanti.

In questo Business Model Canvas mancano i dettagli: quanti clienti per ogni segmento, qual’è la redditività per segmento,  i volumi , i ricavi, i costi, etc. Anche se mancano tutte le cifre è utile per capire se il Business Model è strutturato bene e se ha un senso. Lo si può mostrare ad un nuovo socio del Birrificio per far capire come funziona il business :-)

A questo indirizzo puoi trovare un Business Model Canvas vergine, per Prezi per fare i tuoi esperimenti. Ci sono dei Post-It colorati che puoi copiare (ctrl-d) e incollare sul Canvas.  Sul Canvas, sotto il titolo di ogni blocco, ci sono delle brevi istruzioni su come usarlo.
Mi farà piacere ricevere i tuoi Business Model ed i tuoi commenti: inviali a info@hugowiz.it.

Da questa pagina puoi scaricare il Business Model Canvas in formato vettoriale: lo puoi stampare alla dimensione che vuoi, attaccare alla parete e creare i tuoi business model con i post-it.

Qui trovi la presentazione del libro “Creare modelli di business”, di Alexander Osterwalder, che  ti spiegherà tutto, ma proprio tutto sui Business Model. Dalla pagina puoi scaricare un’anteprima gratuita del libro, in formato pdf.

Puoi imparare i segreti del Business Model partecipando ad uno dei nostri corsi. Abbiamo realizzato un sito dedicato ai corsi con il calendario. Prenota il tuo posto! Visitita il sito.
BusinessModelWorskshop.it

Buon Business Modeling a tutti :-)

link

 

Creative Commons License
This work, unless otherwise expressly stated, is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.

Questa voce è stata pubblicata in Business, Guida e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*


× 5 = venti cinque

You may use these HTML tags and attributes:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>