Business Model Canvas Italiano

Immagina di poter avere uno strumento pratico e potente per progettare un business innovativo o per rinnovarne uno. Uno strumento utilizzato dalle maggiori aziende e dalle più brillanti startup internazionali, frutto della collaborazione di 470 professionisti provenienti da più di 45 paesi.
Quello strumento esiste e puoi scaricarlo ed usarlo gratuitamente da questa pagina.

Hai mai provato a descrivere un progetto economico, un’idea per un prodotto o un servizio da commercializzare? È stato difficile?
Hai dovuto scrivere un business plan di 40 pagine che non leggerà mai nessuno?

Il Business Model Canvas è uno schema che permette di descrivere un’idea imprenditoriale, un modello economico, in una sola pagina.
Scaricalo cliccando sul pulsante qui sotto.

 

Scopri come si usa il Business Model Canvas.

Il Business Model Canvas è trattato nel libro “Creare modelli di Business“, di Alexander Osterwalder e pubblicato da Edizioni FAG.

Per farti un’idea di come funziona puoi leggere questo post che lo spiega in modo simpatico. Questo articolo fornisce un esempio pratico di utilizzo.
Puoi imparare dagli esperti i segreti del Business Modeling partecipando ad uno dei corsi che organizziamo.
Visita il sito che abbiamo dedicato ai workshop!
BusinessModelWorkshop.it
Abbiamo ancora otto date in calendario, visita il sito e prenota il tuo posto.

Caratteristiche del file e copyright

Il file è adatto per essere stampato in tutti i formati metrici: A0, A1, …, A4 È stato realizzato ex novo con un programma di disegno vettoriale. Utilizza dei font liberi: Babel Unicode, DejaVuSans e LMRoman. Il file è pubblicato con licenza Creative Commons Share-Alike 3.0 come l’originale. La licenza richiede che siano citati come autori: www.businessmodelgeneration.com e hugowiz.it

 

3 risposte a Business Model Canvas Italiano

  1. Stefano scrive:

    Molto interessante e utile, grazie !

  2. Gio scrive:

    Ciao Ugo,
    in attesa che il mio profilo su BMHub venga approvato, ti lascio qui alcuni commenti.
    Innanzi tutto grazie per il lavoro che hai fatto, che trovo prezioso. Io ho fatto (tra l’altro proprio stamattina) un lavoro simile (ma molto meno preciso e professionale) di traduzione del canvas ma con alcune differenze.
    1. Non ho tradotto tutto, nel senso che alcuni termini secondo me da un lato sono intraducibili, dall’altro sono ormai introdotti nel linguaggio, almeno lavorativo, di tutti i giorni (Key Partners, Suppliers, Resources….). Alla fine ciò che ne emerge più che una traduzione e un adattamento al contesto italiano;
    2. Sotto VP, io ho tradotto con “Quali bisogni dei clienti stiamo soddisfacendo” e non soddisfando: anche io avevo tradotto così, ma poi sul sito dell’accademia della crusca ho trovato che soddisfacendo è la forma corretta.

    Se mi viene in mente altro, ti dico.

    Grazie ancora!
    Gio

  3. Giuseppe scrive:

    Bravi, intessante pensavo di sostituire nelle lezione ai miei allievi di economia ziendale in un ITC il classico busness plan in qualcosa di più creativo quale è il metodo Canvas informatemi sui vostri corsi ed esperienze Grazie

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*


− 5 = tre

You may use these HTML tags and attributes:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>